“Paesaggi mediterranei come laboratori di sostenibilità e di pace"

Matera, 25 marzo, palazzo Lanfranchi (9.30-13.30)

Conclusione del Workshop “Paesaggi mediterranei come laboratori di sostenibilità e di pace: narrazioni audiovisive della Murgia delle lame e delle gravine”: primo appuntamento della Cattedra Unesco dell'Unibas

Manifestazione conclusiva della prima attività della Cattedra UNESCO dell’UNIBAS in “Paesaggi culturali del Mediterraneo e comunità di saperi”: la mostra dei cortometraggi prodotti nel workshop “Paesaggi mediterranei come laboratori di sostenibilità e di pace: narrazioni audiovisive della Murgia delle lame e delle gravine”, programma WUC – WEEKS OF UNESCO CHAIR della Cattedra per il 2017.

Il workshop, un’attività formativa progettata dalla Cattedra UNESCO in “Paesaggi culturali del Mediterraneo e comunità di saperi” dell’Università della Basilicata come edizione 2017 del programma WUC – Weeks of Unesco Chair, si conclude con la mostra dei cortometraggi prodotti dagli allievi, studenti universitari e dottorandi. Con il programma WUC si intende inserire i temi, le modalità e lo spirito della Cattedra UNESCO all’interno della didattica ordinaria erogata dall’UNIBAS.
Nello spirito del programma UNESCO Chair, il programma WUC contribuisce, anche nella formazione, all’orientamento alla domanda circa il momento storico che l’umanità sta attraversando, alla responsabilità delle scelte per l’evoluzione della specie in termini di sostenibilità e di pace, ai modi per contribuire e cooperare allo sviluppo umano.

Il workshop in Paesaggi mediterranei come laboratori di sostenibilità e di pace: narrazioni audiovisive della Murgia delle lame e delle gravine (Matera, 9-25 marzo 2017)

Attraverso un veicolo privilegiato nell’epoca digitale in cui tutti non solo fruiscono ma continuamente producono immagini digitali in movimento, il workshop, investendo su tale sensibilità diffusa, ha inteso orientarla alla comprensione (analitica, sintetica, emozionale, creativa) di un paesaggio come luogo dell’abitare, luogo della costruzione di identità culturali, luogo dell’intreccio tra natura e cultura, luogo del legame tra stratificazione storica e progetto, soggetto di narrazioni, di rappresentazioni e di arte. Con il workshop gli allievi hanno sperimentato, attraverso la pratica del linguaggio e del montaggio cinematografico, il progetto di composizione, dalla produzione dei materiali al loro montaggio, per esprimere visioni e per veicolare costruzioni di senso.
Nello spirito della Cattedra UNESCO, il lavoro di composizione narrativa su un paesaggio nell’area del Mediterraneo è stato orientato dalla domanda sull’urgenza e sull’opportunità che l’umanità di oggi ha di affrontare i temi della sostenibilità e della pace, e su come i territori e le comunità del Mediterraneo possano contribuire a questo obiettivo globale. Il workshop è stato un percorso di esplorazione del paesaggio mediterraneo caratterizzato dalla presenza di gravine e lame. Il tema è stato indagato attraverso gli approcci e i contenuti di diverse discipline e attraverso la sperimentazione di metodi e strumenti di analisi e di narrazione.
L’esito del workshop è la produzione di elaborati prodotti dagli allievi nella forma del cortometraggio, come sperimentazione dei metodi e dei contenuti forniti dal workshop.  I lavori prodotti vengono presentati pubblicamente nella mostra finale che si terrà a palazzo Lanfranchi sabato 25 marzo, alla presenza di ospiti invitati a commentare i risultati del workshop.

Altre informazioni e il programma dettagliato sono consultabili sul sito web dell’UNIBAS e sulla pagina facebook Catterda Unesco Matera

Responsabile Cattedra UNESCO Prof.ssa Angela Colonna

Documenti

Scarica "Locandina 1"

Scarica "Locandina 2"