"Il Fondo Santa Lucia" e "Alle fonti della Basilicata medievale"

Matera, venerdì 13 aprile - aula Sassu sede San Rocco - ore 17

Venerdì 13 aprile 2018, alle ore 17.00, nell’Aula Sassu della sede di S. Rocco dell’Università della Basilicata, avrà luogo la presentazione di due recenti volumi curati da Francesco Panarelli, professore ordinario di Storia medievale nel Dipartimento di Scienze umane dell’Università degli Studi della Basilicata. Il primo volume, dal titolo Il Fondo Santa Lucia (1170-1494). Codice Diplomatico di Matera II, (Università della Basilicata, Dipartimento di Scienze Umane, Fonti per la storia della Basilicata Medievale, II) Galatina, Congedo ed. 2018, rappresenta un nuovo tassello nel più ampio progetto di edizione delle fonti scritte di età medievale relative alla città di Matera; dopo i volumi dedicati al Fondo Annunziata (2008) e a S. Michele di Montescaglioso (2017, a cura di D. Gerardi) si prosegue infatti con la pubblicazione dei documenti relativi al secondo monastero femminile che ha caratterizzato il paesaggio urbano di Matera tra Medioevo ed Età moderna, quello di S. Lucia, la cui ultima residenza è oggi sede della Scuola di Restauro. L’edizione consente per un verso di fare ipotesi più fondate sulla nascita della comunità religiosa femminile nel XII secolo, per l’altro di meglio inquadrare la vita delle monache materane nel quadro delle esperienze religiose a loro contemporanee. Con la pubblicazione prevista a breve, dei volumi contenenti i documenti dei Fondi Capitolo, Cattedrale e Università, si avrà finalmente a disposizione una base documentaria ampia e innovativa per ridiscutere della vicenda storica di una delle più importanti città di fondazione medievale nell’area appulo lucana. Il secondo volume, intitolato Alle fonti della Basilicata medievale: edizioni, progetti e cantieri (Bari, Adda, 2017, pp. 340), raccoglie le undici relazioni presentate nella cornice del Castello di Lagopesole, nel marzo 2016, durante un Seminario di studi promosso dalla Pro Loco Castel Lagopesole e organizzato dalla Cattedra di Storia medievale dell’Università della Basilicata in accordo con Francesca Sogliani, direttrice della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera. Il Seminario, e oggi il volume, sono scaturiti dall’esigenza di fare il punto sulla situazione delle fonti per lo studio della Basilicata medievale: non solo delle fonti di natura archivistica, ma anche di quelle narrative, artistiche e archeologiche. Ne è emerso un quadro stimolante e a tratti anche provocatorio, tale da costituire una solida base per nuovi lavori di scavo, di studio e di edizione.
Il seminario di presentazione, promosso dal Dipartimento di Scienze umane dell’Università della Basilicata, dalla Deputazione di Storia Patria per la Basilicata e dalla Pro Loco Castel Lagopesole, sarà aperto dai saluti di Ferdinando Mirizzi (direttore del Dicem); seguiranno gli interventi di Antonio Lerra (presidente Deputazione di storia patria per la Lucania), Pasquale Cordasco (direttore del Centro studi normanno-svevi di Bari), Amalia Galdi (Università di Salerno), Alessandro Di Muro (Università della Basilicata) e Francesco Panarelli; l’incontro sarà coordinato Cosimo Damiano Fonseca (accademico dei Lincei).

(Testo a cura degli organizzatori)