4 - VAL.UE – Valore PA per l’Europrogettazione

 


 

 

CALENDARIO MATERIALE DIDATTICO
AREA TEMATICA Capacità di orientarsi nel contesto internazionale in particolare di proporre progetti che possano trovare finanziamento in fondi Europei
TITOLO DEL CORSO VAL.UE. VALORE PA per l’Europrogettazione
DIRETTORE/COORDINATORE DIDATTICO Giovanni Quaranta
Obiettivi formativi del Corso

Gli obiettivi formativi che il Corso si propone di perseguire possono essere così sintetizzati:

  • Capacità di orientarsi nel contesto internazionale in particolare di proporre progetti che possano trovare finanziamento in fondi Europei
  • Promuovere la crescita e la diffusione di contenuti e competenze su fondi e programmi europei, con approfondimenti nell'area della progettazione in ambito nazionale, comunitario e internazionale, ed implicazioni nel management di qualsiasi tipo di organizzazione;
Fornire agli allievi conoscenze in ambito economico, economico-aziendale e giuridico, in modo da coniugarle e guardare alle odierne economie di mercato attraverso un approccio metodologico integrato.
Descrizione del Corso

La Pubblica Amministrazione, per rispondere alla diverse esigenze del territorio e garantire maggiori opportunità di sviluppo, è chiamata a conoscere e a saper utilizzare i meccanismi di accesso ai finanziamenti UE. I programmi di finanziamento offerti dalla Commissione europea rappresentano uno strumento importante per supportare gli enti locali nei processi di sviluppo e innovazione. La possibilità di ottenere cofinanziamenti riguarda progetti in numerosi settori tra cui la ricerca, la cultura, l’ambiente, lo sviluppo rurale, le PMI e le politiche sociali. Per poter accedere ai finanziamenti tuttavia non basta avere una buona idea o un buon partenariato, le Pubbliche Amministrazioni devono presentare dei progetti che tengano conto degli obiettivi generali dell’Europa e che rispondano agli alti standard qualitativi richiesti dalla Commissione.

La proposta formativa sull’Europrogettazione vuole rispondere all’importanza strategica che tale attività  può assumere oggi nella Pubblica Amministrazione. I vantaggi derivanti dall’utilizzo di risorse umane della PA, in possesso di un’adeguata formazione per svolgere con competenza l’attività di europrogettazione, inclusa la redazione di un progetto e la capacità di rintracciare fonti di finanziamento previste dalla programmazione europea, evidenzia quanto la formazione professionale in materia di fondi comunitari possa rappresentare un importante volano per i territori in cui operano le PA. L’iniziativa intende rispondere all’esigenza di aggiornamento delle competenze correlate alla transazione delle Pubbliche Amministrazioni da un modello tradizionale di gestione delle funzioni pubbliche ad uno moderno basato su una cultura del servizio pubblico che assume a parametro di riferimento gli standard europei e offre una formazione qualificata, pratica, continuamente aggiornata sulle metodologie di cui si serve la progettazione europea. La partecipazione permette di acquisire le tecniche, le conoscenze e la cultura indispensabili alla presentazione di progetti europei competitivi, in risposta ad un bando emanato nel quadro di un programma europeo, volto alla realizzazione di un determinato programma di attività predisposto dagli stessi proponenti, in uno scenario che presenta sempre maggiori complessità, ed esige elevati livelli di professionalità. L’attività di europrogettazione comporta una profonda conoscenza del contesto istituzionale e sociale di riferimento, delle politiche di sviluppo, nonché delle politiche di governance, per attuare un modello di gestione partecipata. Inoltre l’attività formativa consentirà un’analisi della proposta per il nuovo Quadro Finanziario Pluriennale, che tradurrà le politiche dell’Unione europea in termini finanziari per il periodo 2021-2027, così da presentare anticipazioni riguardo quella che sarà a breve la nuova struttura dei finanziamenti europei.

L’Europrogettazione costituisce pertanto, per la PA, la via obbligata per realizzare progetti innovativi non supportabili con forme di finanziamento ordinarie e la formazione parallelamente fornisce la possibilità di fare esperienza diretta attraverso la partecipazione di proprie risorse.