UniStem Day 2015, il 13 marzo convegno a Potenza

 Anche l'Università della Basilicata partecipa all'UniStem Day 2015, la giornata destinata agli studenti degli Istituti superiori e dedicata all’apprendimento, alla scoperta e al confronto nell’ambito della ricerca sulle cellule staminali in programma per il prossimo venerdì 13 marzo.

Verranno trattate esperienze collegate alla ricerca e alle sue aspettative culturali, all’essere scienziato giorno dopo giorno e ai meccanismi di formazione e consolidamento della conoscenza.

Ad essere coinvolti nell'evento saranno 46 Atenei italiani, 11 Atenei di Regno Unito, Spagna e Svezia, 20.000 studenti e oltre 250 tra ricercatori, manager, comunicatori, eticisti, clinici, tecnici.

Il convegno organizzato a Potenza si svolgerà presso l'Aula Magna della sede di via Nazario Sauro con inizio alle ore 09.00 e i lavori saranno coordinati dal prof. Raffaele Boni del Dipartimento di Scienze dell'Ateneo.

PROGRAMMA DEL CONVEGNO

  • 9.00>9.15: apertura e filmato iniziale di benvenuto
  • 9.15>9.30: nota di benvenuto:
    • Aurelia Sole - Rettrice dell’Università degli Studi della Basilicata
    • Maria Brigida Lioi - Delegata del CdL in Biotecnologie
  • 9.30>9.45: collegamento audio tra le università
  • 09.45>10.10: Angela Ostuni (Dip. Scienze – Unibas) su "Origine e caratteristiche delle cellule staminali"
  • 10.10>10.35: Angelo Dinota (Unità Ospedaliera S. Carlo – Potenza) su "Applicazioni e potenzialità applicative delle cellule staminali in medicina"
  • 10.35>11.00: video 1 – Stem Cell Story
  • 11.00>11.20: Coffee break
  • 11.20>12.00: video 2
  • 12.00>12.30: Anna Gloria Piccininni (Sostituto Procuratore della Repubblica - Potenza) su "Diritto e Scienza"
  • 12.30>13.00: Mauro Maldonato (Dip. Culture Europee e del Mediterraneo – Unibas) su "Il libero arbitro al tempo delle neuroscienze"
  • 13.00: conclusione lavori

CHE COS'E' UNISTEM

Dal 2009 UniStem organizza ogni anno una giornata dedicata agli studenti delle scuole superiori. L’intento è di stimolare nei giovani un interesse o magari far loro scoprire una vocazione per la scienza e la ricerca scientifica, a partire dai temi e dai problemi affrontati nell’ambito degli studi sulle cellule staminali.

Attraverso lezioni, discussioni, filmati, visite ai laboratori ed eventi ricreativi, i ragazzi possono incontrare contenuti e metodi della scienza e scoprire inoltre che la ricerca scientifica è divertente e favorisce relazioni personali e sociali costruite sulle prove, sul coraggio e sull’integrità.

Documenti

Scarica "Presentazione UniStem 2015"

Scarica "Programma convegno Unibas"

Scarica "Comunicato stampa organizzatori"