Insediato Comitato coordinamento regionale certificazione Latino

Potenza, 4 dicembre 2018 - sede Ufficio scolastico regionale

(Testo a cura degli organizzatori)

Il 4 dicembre 2018, nella sede direttoriale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Basilicata, a Potenza, si è insediato ufficialmente il Comitato di Coordinamento Regionale (CR) per la Certificazione del Latino (CL): un processo, in atto già da qualche anno in altre Regioni d’Italia ed inteso a promuovere percorsi di eccellenza nei saperi della civilizzazione e della lingua latina. L’insediamento fa seguito al decreto di nomina emanato dalla dirigente USR, dott.ssa Claudia Datena, che nell’aprile scorso aveva siglato un protocollo di intesa finalizzato alla CL con la rettrice dell’Università di Basilicata, prof. Aurelia Sole, e con il presidente della Consulta Universitaria di Studi Latini (CUSL), prof. Paolo De Paolis.
Coordinato dalla preside del Liceo Classico ‘Quinto Orazio Flacco’ di Potenza, prof. Silvana Gracco, il CR è costituito da un rappresentante fiduciario dell’URS, prof. Francesco Verderosa, da docenti di rinomati Licei della Regione (quali il ‘Duni’ di Matera, il ‘Fortunato’ di Rionero, il ‘Majorana’ di Genzano, il ‘Leonardo da Vinci’ e lo stesso ‘Orazio’ di Potenza), dalla prof. Mimma Carlomagno (preside dell’altro ‘Quinto Orazio Flacco’, quello di Venosa, sede del prestigioso Certamen Horatianum); e da varii docenti dell’Università di Basilicata: tra questi il direttore del Dipartimento di Scienze Umane, prof. Francesco Panarelli, i soci CUSL proff. Aldo Corcella, Carlo Di Giovine, e Rosa Maria Lucifora, e il direttore del Centro Linguistico di Ateneo (CLA), prof. Marcello Schiattarella.
Se alla CUSL, ente certificatore riconosciuto dal MIUR, tocca la responsabilità di certificare al candidato l’acquisizione delle conoscenze del Latino secondo gradi omologhi a quelli delle lingue europee moderne, al CLA toccherà la non meno grave responsabilità di stabilire modalità di somministrazione e di svolgimento delle prove congruenti con le vigenti regole del Common European Framework of Reference for Languages. Tocca al CR nel suo complesso, però, il compito predisporre le prove secondo le linee guida elaborate e rese pubbliche dalla CUSL sul proprio sito web; ed ancor prima quello di attrarre gli studenti (liceali e universitari), motivandoli, e preparandoli con laboratori, lezioni, ed altre opportune attività, a verifiche basate sulle conoscenze lessicali e sulle capacità di analisi del contesto.