Assegnato a un laureato nell'Unibas il premio “I Guidoniani”

 A Vicenza, durante l'inaugurazione del XXXI Congresso Italiano di Medicina Aeronautica e Spaziale, sono stati assegnati i Premi scientifici de "I Guidoniani", due premi di 2000 euro ciascuno messi in palio dall'Associazione Italiana di Medicina Aerospaziale. I premi,destinati a giovani ricercatori con etą inferiore ai 35 anni per il miglior articolo scientifico nel settore del fattore umano 'aeronautico e spaziale, sono stati assegnati a:

- Luca C. Lanzillotti di Genzano di Lucania, per un lavoro svolto con l'Universitą degli Studi della Basilicata, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali su "La liofilizzazione del kiwi quale alimento di possibile sostentamento nelle missioni spaziali".

- Marco Giancola dell'Aquila, per un lavoro svolto con L'Universitą dell'Aquila, Dipartimento di Scienze Cliniche applicate e biotecnologiche su "Stili cognitivi di navigazione nei piloti militari".

Il lavoro del dr. lanzillotti nasce da un'idea da lui proposta al Reparto Medicina Aeronautica e Spaziale dell'Aeronautica Militare e viene sviluppata sotto la guida del professor Gianni Grasso e della professoressa Fernanda Galgano con il contributo del Laboratorio di Tecnologie Alimentari del Dipartimento di Ingegneria Chimica e Alimentare dell’Universitą degli Studi di Salerno. Il premio scientifico assegnato ogni anno dall'Associazione di Medicina Aeronautica e Spaziale č intitolato ai “Guidoniani” in ricordo dei i giovani scienziati che animarono “la cittą dell’aria di Guidonia” negli anni 30 consentendo all’Italia di conseguire record ancora imbattuti nel settore aeronautico".

(Testo a cura degli organizzatori del premio)