In primo piano

Antonio Lerra: il libro sull'Unibas

Seminario
Il 23 novembre 2021, alle ore 11.00, presso l'Aula Magna del plesso del Francioso del nostro Ateneo, si terrà l'incontro "L'Università degli Studi della Basilicata dal percorso istitutivo al suo sviluppo", durante il quale sarà presentato il libro "L'Università degli Studi della Basilicata - Per un profilo storico" del prof. Antonio Lerra.

Per partecipare è obbligatorio prenotarsi al seguente link
Si ricorda, inoltre, che per l’accesso all'Aula Magna è necessario indossare la mascherina ed essere in possesso del green pass. 
 

Apertura dei lavori:
Francesco PANARELLI
Università della Basilicata - Direttore Dipartimento di Scienze Umane

Intervengono:
Ignazio M. MANCINI Magnifico Rettore
Davide DI BONO Presidente Consiglio degli studenti Unibas
Fulvio DELLE DONNE - Direttore della Biblioteca di Ateneo e Coordinatore BUP
Aldo CORCELLA - Dipartimento delle Culture europee e del Mediterraneo
Antonio LERRA - Autore del volume

Discussione e considerazioni conclusive



Nel volume è delineato il profilo storico dell’Università degli studi della Basilicata, dal primo progetto di legge, presentato in Senato, nel 1969, alla concretizzazione della sua istituzione, nell’ambito della legge 219/1981 sulla ricostruzione delle aree colpite dal tragico terremoto del 1980, all’avvio e sviluppo delle sue attività scientifiche e didattiche, dall’inaugurazione del primo anno accademico, 1983-84, a quello del 2019-20.

E ciò accompagnando, per ogni capitolo, la parte discorsiva con una mirata appendice documentaria, nell’obiettivo di meglio far cogliere il progressivo ed articolato sviluppo dell’Ateneo, insieme con la portata e l’incidenza di ruoli e funzioni esercitati a livello di interrelazioni istituzionali e sul territorio. Un percorso, quello seguito, dal quale ben emergono connotazioni portanti del profilo storico di un Ateneo, quale quello della Basilicata, che, pur tra non pochi, iniziali, precondizionamenti strutturali e di servizi e progressive restrizioni finanziarie statali, è riuscito non solo a salvaguardare ed a tenere alti i livelli della sua attività scientifica e del­l’offerta didattica, ma a svolgere e sviluppare un sempre più attivo e diffuso ruolo nel quadro del sistema universitario italiano ed internazionale.

Link al libro